info@yogasegrate.it
+39 348 1384649
Lun-Ven: dalle 8:00 alle 20:00, Sab e Dom dalle 8:00 alle 18:00

Ashtanga Vinyasa Yoga

Le posture sono eseguite in una sequenza fissa predeterminata con le posizioni concatenate l’una all’altra coordinando il movimento con la tecnica di respirazione Ujjayin . La pratica stessa non solo impegna il fisico in maniera intensa ma  induce a un costante coinvolgimento mentale, di concentrazione e calma. L’Ashtanga Vinyasa Yoga è rivolto a tutti ma andrebbe avvicinato con una certa prudenza è quindi consigliabile come primo passo avvicinarsi al corso “ neofiti” per proseguire gradualmente  agli step successivi: “lezione Guidata” e poi “Mysore”. L’associazione Yogasegrate propone in calendario Martedì  20.15 corso “neofiti” e per i più esperti il corso “Guidata”,”Mysore” Giovedì 18.45. Per chi interessa siamo disponibili  a programmare lezioni private per singoli oppure piccoli gruppi.

Cosa significa Vinyasa?

Ashtanga o Astanga Vinyasa Yoga è basato su un sistema documentato in un antico testo  di yoga, lo Yoga Korunta. Il termine “vinyasa” in Sanscrito significa “posizionarsi in un modo specifico”, essendo “vi” = in un modo specifico e “nyasa” = posizionare. Vinyasa come trasmesso da Krishnamacharya è un sistema di movimento abbinato al respiro. Il ritmo e il flusso della sequenza di posture sono guidati dalla azione del respiro tramite un conteggio preciso Nelle sequenze dell’Ashtanga o Astanga ogni postura è propedeutica alla successiva, perciò l’ordine delle serie deve essere rispettato, così come ha insegnato Sri K. Pattabhi Jois perché il praticante possa gradualmente controllare il respiro e conoscere a fondo ogni movimento.

Yoga Korunta e Krishna Pattabhi Jois

Lo Yoga Dinamico oggi chiamato Ashtanga Vinyasa Yoga ha origine nell’antico manoscritto Yoga Korunta, scritto dal saggio Vamana Rishi. Questo metodo è stato trasmesso a T. Krishnamacharya circa nel  1916 dal suo Guru Rama Mohan Brahmachari, poi nel 1927 a Pattabhi Jois che seguì Krishnamacharya per più di 25 anni. Krishna Pattabhi Jois è nato il 26 luglio 1915 in un villaggio nel Karnataka, sud dell’India. Come unico guru dell’Ashtanga Vinyasa Yoga, ha insegnato ininterrottamente questo metodo per più di 70 anni. Nella metà degli anni 60 Pattabhi inizia a ricevere i primi allievi occidentali che cominceranno a fare conoscere l’Ashtanga al di fuori dell’India. Nel 1975, viene invitato assieme a suo figlio Manju in California per portare i loro insegnamenti e dove è stata aperta la prima “yoga shala” in occidente. A Mysore, dove vivrà fino al momento della sua morte, avvenuta il 18 maggio 2009, Pattabhi Jois, insieme a sua figlia Saraswati e a suo nipote Sharat, continuerà a ricevere migliaia di allievi da tutto il mondo, diretti alla sua scuola per approfondire la loro pratica e per trasmettere, a loro volta ai loro allievi, la tecnica e la filosofia dell’Ashtanga così come l’hanno imparata nel luogo d’origine. Suo figlio maggiore, Manju Jois, insegna il metodo tradizionale da oltre mezzo secolo, e da quando ha chiuso la sua scuola in California (1997), continua ad insegnare in tutto il mondo proponendo workshops e teacher trainings.

Le serie e i veleni

Le sequenze (serie) dell’Ashtanga sono:

  • Prima Serie o Yoga Chikitsa (Yoga Terapia). Consiste nella purificazione (chikitsa) del corpo, dei sensi e della mente. Questa serie è caratterizzata maggiormente da posizioni in piedi ed in antero-flessione, che lentamente aiutano ad allungare la colonna vertebrale, provocando anche una pressione controllata degli organi addominali. Favorisce la mobilità della colonna ed un buon funzionamento generale promuovendo la disintossicazione organica. La traspirazione elimina le tossine rigenerando il corpo. Con la pratica giornaliera questo processo di purificazione va ad interessare anche il sistema nervoso, endocrino e cardiovascolare.
  • Seconda serie o Nadi Shodana (Purificazione delle Nadi). Consiste nella purificazione del sistema nervoso e dei canali energetici del corpo (Nadi). In questa serie le posture sono inizialmente in retroflessione per sbloccare ed attivare i centri nervosi lungo la colonna vertebrale, le posture che seguono sono dedicate all’apertura delle anche.
  • Serie Avanzate (a,b,c,d) o Sthira Bhaga (Stabilità Divina). Consistono nel rinforzamento del corpo e della mente. Queste serie richiedono un alto livello di flessibilità fisica e mentale, così come una pratica solida. Per arrivare a queste serie sono necessari anni di dedizione e regolarità.

Sei veleni:

I “sei veleni” che circondano il nostro corpo emozionale possono influenzare in modo importante la pratica. Nei testi antichi o Yoga Shastra è scritto che “la luce che si trova nei nostri cuori” può essere offuscata da sei diversi veleni:

  • kama
  • krodha
  • moha
  • lobha
  • matsarya
  • mada

Questi sono il desiderio, la rabbia, la delusione, l’avidità, l’invidia e la pigrizia. Quando la pratica è sostenuta  con impegno e dedizione per un lungo periodo, l’energia generata distrugge questi veleni e la luce della nostra vera essenza brilla e si espande.

Insegnanti:

Rossella Baccolo
Rossella Baccolo
Operatrice Olistica
Anna Scala
Anna Scala
Psicologa
Style switcher RESET
Color scheme